In fila indiana / di Pabuda

camminare

in fila indiana,

lungo

uno stretto sentiero

tra i monti,

è bello, confortevole

e istruttivo:

costrizione

che libera,

singolarità

in unione:

come parole

ordinate

lungo il senso

del filo

d’un chiaro

discorso

Pabuda
Pabuda è Paolo Buffoni Damiani quando scrive versi compulsivi o storie brevi, quando ritaglia colori e compone collage o quando legge le sue cose accompagnato dalla musica de Les Enfants du Voudou. Si è solo inventato un acronimo tanto per distinguersi dal suo sosia. Quello che “fa cose turpi”… per campare. Tutta la roba scritta o disegnata dal Pabuda tramite collage è, ovviamente, nel magazzino www.pabuda.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.