La poesia non è un lusso

 di Audre Lorde

(tratto da: «Poetry Is Not a Luxury», conferenza sulla storia delle donne, 23-25 agosto 1978; traduzione di Maria G. Di Rienzo)

«Io parlo qui della poesia come rivelazione o distillazione di esperienza, non come gioco sterile di parole. Per le donne, vi dico, la poesia non è un lusso. E’ una necessità, vitale per la nostra esistenza. Forma la qualità della luce tramite cui esprimiamo le nostre speranze e i nostri sogni diretti alla sopravvivenza e al cambiamento, che diventano dapprima linguaggio, poi idee, poi azioni tangibili.

I padri bianchi ci dicono: penso, perciò sono. Le madri nere sussurrano nei nostri sogni: provo sentimenti, perciò posso essere libera. La poesia conia il linguaggio per esprimere e cartografare questa consapevolezza rivoluzionaria, questa richiesta rivoluzionaria, l’implementazione della libertà.

Perché all’interno delle strutture definite dal profitto, dal potere lineare, dalla disumanizzazione istituzionalizzata, non è previsto che i nostri sentimenti sopravvivano. Ai sentimenti si chiede di inginocchiarsi davanti al “pensiero”, come alle donne si chiede di inginocchiarsi davanti agli uomini. Ma le donne sono sopravvissute. Come poete. I nostri sogni puntano verso la via della libertà. Le nostre poesie ci hanno dato la forza e il coraggio di vedere, di sentire, di parlare, di osare.

Se ciò che abbiamo bisogno di sognare, per muovere i nostri spiriti più profondamente e più direttamente attraverso e nella direzione di questa promessa, lo consideriamo un lusso allora abbiamo rinunciato al cuore, alla fonte del nostro potere di donne; abbiamo rinunciato al futuro dei nostri mondi».

SOLITA NOTA (E UN INVITO)

Le traduzioni di Maria G. Di Rienzo sono riprese, come i suoi articoli, dal bellissimo blog lunanuvola.wordpress.com/.  Il suo ultimo libro (non smetto di consigliarlo) è “Voci dalla rete: come le donne stanno cambiando il mondo”. Questo era l’ultimo post del 2012 che Maria ha presentato così: «quindi auguri per un felice anno nuovo, in cui la vostra Musa Dormiente si risvegli in tutto il suo splendore». Audre Lorde è stata spesso citata in codesto blog ma mi sono accorto che neanche una sua poesia era postata e che è difficile trovarne persino in rete. Così chiedo aiuto: se c’è chi seleziona un paio delle sue poesie e me le invia (con relativa citazione del traduttore o della traduttrice) volentieri le metto in blog, magari il 18 febbraio che è il giorno della sua nascita. (db)

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.