Linux Tutorial – Puntata 6

di jolek78

Care/i fruitrici e fruitori del blog, in questi post – ogni domenica mattina – si parlerà del sistema operativo GNU/Linux e degli strumenti per utilizzarlo al massimo delle potenzialità. Cercheremo di spiegare come funziona, cosa è il kernel, come costruirsi una vpn, come settare un firewall e giocare col terminale, usare adb e altro. Se il capitalismo della sorveglianza ci vuole passivi consumatori-consumatrici di servizi noi si risponde con un po’ di “cultura informatica” e un MARAMEO (quasi affettuoso). Buona lettura!

Lo spazio sul disco
Come abbiamo visto nella scorsa puntata, Linux gestisce egregiamente lo spazio, suddividendolo in dischi, partizioni, volumi logici e non solo. Qualcosa di molto bizzarro invece accade quando, per analizzare lo spazio rimasto, utilizziamo due comandi che all’apparenza sembrano molto simili ma che, se analizzati nel dettaglio, fanno cose molto diverse e con differenti modalità. Cercheremo quindi di capire come analizzare lo spazio disco non in termini di partizioni, ma di utilizzazione questa volta. E daremo un accenno alla gerarchia utilizzata da Linux per strutturare il filesystem, che sarà il contenuto della prossima puntata. Attiviamo la nostra macchina virtuale e cominciamo.

Disk free
Per capire quanto spazio abbiamo libero sul disco c’e’ un metodo molto rapido per verificarlo. Con terminale aperto dunque:

bottega@bottegadelbarbieri  ~  df -hT
Filesystem Type Size Used Avail Use% Mounted on
udev devtmpfs 948M 0 948M 0% /dev
tmpfs tmpfs 199M 1.2M 198M 1% /run
/dev/mapper/vgxubuntu-root ext4 13G 6.1G 5.9G 52% /
tmpfs tmpfs 994M 0 994M 0% /dev/shm
tmpfs tmpfs 5.0M 4.0K 5.0M 1% /run/lock
tmpfs tmpfs 994M 0 994M 0% /sys/fs/cgroup
/dev/sda5 ext4 704M 208M 445M 32% /boot
/dev/sda1 vfat 511M 4.0K 511M 1% /boot/efi
tmpfs tmpfs 199M 16K 199M 1% /run/user/1000

Non è molto chiaro vero? Allora, per prima cosa verifichiamo dove ci troviamo e che cosa è contenuto nella nostra home dir:

bottega@bottegadelbarbieri  ~  pwd
/home/bottega

bottega@bottegadelbarbieri  ~  ls -lh
total 32K
drwxr-xr-x 2 bottega bottega 4.0K Feb 27 09:10 Desktop
drwxr-xr-x 2 bottega bottega 4.0K Feb 27 09:10 Documents
drwxr-xr-x 2 bottega bottega 4.0K Feb 28 12:28 Downloads
drwxr-xr-x 2 bottega bottega 4.0K Feb 27 09:10 Music
drwxr-xr-x 2 bottega bottega 4.0K Feb 27 09:31 Pictures
drwxr-xr-x 2 bottega bottega 4.0K Feb 27 09:10 Public
drwxr-xr-x 2 bottega bottega 4.0K Feb 27 09:10 Templates
drwxr-xr-x 2 bottega bottega 4.0K Feb 27 09:10 Videos

Visualizziamo ora quanto spazio rimane disponibile esattamente nella nostra home dir:

bottega@bottegadelbarbieri  ~  df -hT /home/bottega/
Filesystem Type Size Used Avail Use% Mounted on
/dev/mapper/vgxubuntu-root ext4 13G 6.1G 5.9G 52% /

Ci sono dunque disponibili 5.9 giga disponibili su 13. Creiamo ora un file da 1 giga col comando fallocate, e ripetiamo l’operazione di verifica con df -hT. Se e’ vero quello che ci siamo detti, alla fine dovremmo avere 4.9 giga disponibili.

bottega@bottegadelbarbieri  ~  fallocate -l 1G random.file

bottega@bottegadelbarbieri  ~  df -hT /home/bottega/
Filesystem Type Size Used Avail Use% Mounted on
/dev/mapper/vgxubuntu-root ext4 13G 7.1G 4.9G 60% /

Perfetto, funziona. Ma e’ sempre cosi’?

Sparse file e Disk Usage
Creiamo ora un altro tipo di file, molto simile al file creato prima con fallocate ma di differente struttura. E’ un file che Linux crea costantemente per occupare risorse in maniera intelligente, anche quando sembra non esserci spazio disponibile su disco. Viene definito in informatica sparse file.

bottega@bottegadelbarbieri  ~  dd if=/dev/zero of=sparse.file bs=1 count=0 seek=1G
0+0 records in
0+0 records out
0 bytes copied, 0.000461543 s, 0.0 kB/s

Abbiamo creato un random file da un giga e uno sparse file da un giga. Se lo spazio disponibile all’inizio del percorso era 5.9 giga, ora dovrebbe essere 3.9 giga, giusto? Non esattamente.

bottega@bottegadelbarbieri  ~  df -hT /home/bottega/
Filesystem Type Size Used Avail Use% Mounted on
/dev/mapper/vgxubuntu-root ext4 13G 7.1G 4.9G 60% /

Lo spazio disponibile è ancora 4.9 giga. Ma siamo davvero sicuri che lo sparse file sia da un giga? Verifichiamo:

bottega@bottegadelbarbieri  ~  du -h sparse.file 
0 sparse.file

bottega@bottegadelbarbieri  ~  du -h --apparent-size sparse.file 
1.0G sparse.file

Abbiamo cosi’ introdotto un altro comando, du ovvero il disk usage, sicuramente piu’ affidabile del df disk free perche’ e’ capace di segnalare anche questo genere di file.

Ricapitolando: nel 99% dei casi df e’ sufficiente a segnalare tutto, ma se qualcosa non torna nei conti, e sospettate ci sia uno sparse file di mezzo, du è il più’ affidabile fra i due. E se vi chiedono perché, adesso avete anche le prove.

 bottega@bottegadelbarbieri  ~  du -shx --apparent-size /home/bottega/*
4.0K /home/bottega/Desktop
4.0K /home/bottega/Documents
100M /home/bottega/Downloads
4.0K /home/bottega/Music
121K /home/bottega/Pictures
4.0K /home/bottega/Public
1.0G /home/bottega/random.file
1.0G /home/bottega/sparse.file
18K /home/bottega/Templates
4.0K /home/bottega/Videos


bottega@bottegadelbarbieri  ~  du -shx /home/bottega/*
4.0K /home/bottega/Desktop
4.0K /home/bottega/Documents
100M /home/bottega/Downloads
4.0K /home/bottega/Music
124K /home/bottega/Pictures
4.0K /home/bottega/Public
1.1G /home/bottega/random.file
0 /home/bottega/sparse.file
20K /home/bottega/Templates
4.0K /home/bottega/Videos

 

Alla prossima settimana!
jolek78

Fabio
Un tizio che pensava di essere uno scienziato. Si ritrovò divulgatore scientifico. Poi si addormentò e si svegliò informatico. Ma era sempre lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *