«Migranda. Diritti e pratiche di accoglienza in…

… una prospettiva interculturale di genere in Emilia-Romagna». Un pamphlet dell’associazione Trama di Terre. L’introduzione di Tiziana Dal Pra. A seguire il link per scaricare tutto.

INTRODUZIONE 

«Prima che rifugiate sono donne»

di Tiziana Dal Pra

Migranda. Diritti e pratiche di accoglienza in una prospettiva interculturale di genere in Emilia Romagna” è un progetto dell’associazione Trama di Terre, finanziato dal Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri e realizzato in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna. Il progetto si è sviluppato fra novembre 2018 e gennaio 2021 e ha visto il coinvolgimento di sette città (Imola, Bologna, Rimini, Ravenna, Cesena, Parma e Ferrara) e una pluralità di associazioni e enti che ringraziamo di cuore.

L’obiettivo di queste linee guida parte dalla necessità di promuovere la prospettiva interculturale di genere, provando a raccogliere le tante analisi, gli stimoli e le riflessioni elaborate durante lo svolgimento di “Migranda”. Infatti, il progetto è stato in grado innanzitutto di porre l’attenzione, per la prima volta, sull’importanza di un lavoro di rete territoriale che consideri la complessità del percorso di accoglienza delle donne migranti. E ha voluto farlo partendo dalle pratiche e dalle necessità individuate da coloro che quotidianamente lavorano insieme alle donne e con un preciso sguardo politico, finalizzato all’empowerment socio-economico e all’inclusione delle donne migranti. L’obiettivo generale è stato, a nostro avviso, raggiunto dal momento che nelle varie città coinvolte sono stati tracciati percorsi di confronto, collaborazione e possibilità che continueranno nonostante “Migranda” sia terminato. 

Le/i destinatarie/i di queste linee guida sono le operatrici e gli operatori – del pubblico e del privato sociale – che lavorano nel settore dell’accoglienza, della mediazione e/o del contrasto alla violenza di genere e domestica, ma anche tutte/i coloro che intendono ragionare sul tema dell’accoglienza delle donne migranti. Il progetto, come abbiamo accennato, è stato elaborato dal basso, a partire dalle necessità e dai bisogni emersi dalle donne migranti e da chi lavora insieme a loro. Questo testo è  il risultato di un lavoro collettivo di discussione e condivisione in itinere. E’ pensato come una restituzione pubblica del lavoro svolto, accessibile a tutte/i coloro che intendono utilizzarlo.

INDICE

  1. Introduzione 
  2. Il contesto regionale
  3. Metodologia e obiettivi del progetto
  4. Criticità e bisogni: da dove siamo partite
  5. La formazione e la discussione collettiva 

5.1 Convenzione di Istanbul ed empowerment 

5.2 La tratta di esseri umani a scopo di sfruttamento sessuale

5.3 La protezione delle donne migranti nella legislazione relativa al soggiorno

5.4 La competenza transculturale in tema di salute

  1. Che cosa è emerso: un tentativo di sintesi 
  2. Un fare possibile: strumenti operativi per un’accoglienza interculturale di genere
  3. Donne e lavoro: una scheda per le competenze. Il contributo delle operatrici e degli operatori. 
  4. Appendice (Scheda criticità e bisogni; Che cosa è emerso? Le sintesi dei laboratori di restituzione nelle diverse città coinvolte)

 Qui potete scaricare il pamphlet

 

La Bottega del Barbieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *