Non hanno capito niente

Di Mauro Antonio Miglieruolo
Sento spesso affermare che la politica avrebbe capito la lezione, quale lezione non è dato sapere. Nessuno specifica, come sarebbe nei desiderata di chiunque, che si darà un taglio ai comportamenti “scorretti” e spesso criminali, alla politica dei mezzucci, degli inciuci, delle menzogne, dei privilegi, degli annunci,

dei provvedimenti trappola mascherati dietro altri provvedimenti, della richiesta di sacrifici solo alle masse popolari. Tutti invece possiamo constatare che l’indegnità mascherata da virtù, una indegnità sempre meno mascherabile, passata la paura dello tsunami 5stelle, continua come prima, peggio di prima.
D’altronde, fosse stata veramente capita, non starebbero lì a affannarsi ripetere che hanno capito; ma si impegnerebbero a cercare quantomeno di contenersi nel commettere le nefandezze di cui sopra (tentare, almeno). Oppure meglio, dopo essersi scusati, dare le dimissioni in massa e permettere al sistema politico di guadagnare un poco della stima perduta.
Il che si tradurrebbe in un guadagno del sistema Italia, non però nel recupero della dignità e autostima dei politici. Non abbastanza almeno da tornare a testa altra tra la gran massa dei rispettabili cittadini qualsiasi. Ne hanno commesso troppe per raggiungere questo traguardo. Ma almeno guardarsi nello specchio la mattina senza doversi irrimediabilmente vergognare, questo almeno sì.
***

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.