Otto ore non sono un giorno – Rainer Werner Fassbinder

(visto da Francesco Masala) un capolavoro imperdibile, su Raiplay e un bel film coreano al cinema

nel 1972-73 un genio di nome Rainer Werner Fassbinder, a 27 anni, girò una serie di otto puntate, sulla carta, in realtà gliene fecero fare solo cinque: una storia familiare, d’amore e di operai, e non solo.

la pellicola era scomparsa ed è è stata ritrovata e restaurata recentemente.

oggi possiamo dire (almeno secondo me) che il 90% delle serie degli ultimi quarant’anni è sicuramente meno coinvolgente e appassionante di Otto ore non sono un giorno.

attori bravissimi, tutti, compresa una giovane Hanna Schygulla, nelle mani di Fassbinder.

fra le musiche si possono ascoltare anche Leonard Cohen e Janis Joplin, fra gli altri, scusate se è poco.

QUI si può vedere integralmente, su Raiplay

https://markx7.blogspot.com/2022/09/otto-ore-non-sono-un-giorno-rainer

 

 

Nido di vipere – Kim Yong-hoon

dopo due anni, miracolosamente, arriva in sala questa opera prima coreana.

o sono pazzi o è proprio un bel film.

un po’ Pulp Fiction, un po’ Escher, il film è un puzzle con le tessere confuse, ma alla fine metti tutti i pezzi insieme e ottieni un disegno chiaro.

i soldi, contanti, sono il motore del film, sono legione quelli disposti a tutto pur di averli, con trucchetti e ricatti vari, fino all’omicidio.

proprio un nido di vipere questo mondo, sotto lo sguardo impietoso del regista, che dirige degli ottimi attori.

il film è in una quarantina di sale, non poche, visti i tempi che corrono.

buona visione.

https://markx7.blogspot.com/2022/09/nido-di-vipere-kim-yong-hoon.html 

 

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.