Patria – Felice Farina

images (1)

difficile trovarlo, questa settimana solo in 10 sale.

è un’accoppiata film-documentario, un modo per ricordare la nostra storia recente, ispirato da un libro di Enrico Deaglio (“Patria 1978-2008”) che fa la cronistoria di quegli anni.
i tre protagonisti sulla torre, operai (cosa rara al cinema), parlano, discutono, e i loro discorsi sono un po’ retorici, autistici e impotenti, e intanto quella giornata li fa conoscere meglio, anche se “l’era dello sfruttamento così non diventa più breve” (usando le parole di Bertolt Brecht).
un film per fare memoria, che fa male ma serve per capire, come dice il regista, come ha fatto il nostro paese a diventare come è.

ps: non adatto a chi soffre di vertigini.

 

http://markx7.blogspot.it/2015/03/patria-felice-farina.html

 

Francesco Masala
una teoria che mi pare interessante, quella della confederazione delle anime. Mi racconti questa teoria, disse Pereira. Ebbene, disse il dottor Cardoso, credere di essere 'uno' che fa parte a sé, staccato dalla incommensurabile pluralità dei propri io, rappresenta un'illusione, peraltro ingenua, di un'unica anima di tradizione cristiana, il dottor Ribot e il dottor Janet vedono la personalità come una confederazione di varie anime, perché noi abbiamo varie anime dentro di noi, nevvero, una confederazione che si pone sotto il controllo di un io egemone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.