Per Francesco Lorusso, 11 marzo 1977

Bologna: domani saremo alla lapide di via Mascarella

Anche l’11 marzo 2017 saremo alla lapide di via Mascarella, per il quarantesimo anniversario dell’omicidio di Francesco Lorusso.

Per compagni e amici la presenza è l’ovvia conferma di chi non dimentica e continua a «lottare per quel che è giusto» come diceva Alex Langer.

Assistiamo alla comparsa di molti “interpreti” della figura di Francesco e del movimento del 1977. Si sa che «la storia la fanno i popoli e la scrivono i padroni» come ebbe a ricordare Dario Fo… Siamo per la libertà di stampa e di pensiero: ognuno esprima la sua opinione e ognuno avrà la capacità di discernere tra il vero e il falso. Tuttavia chi non ha voluto capire cosa è stato il movimento del ’77 nel momento in cui era in essere e gli ha mandato contro i carri armati difficilmente lo capirà 40 anni dopo…

Quello che non si può accettare è la presenza delle istituzioni al momento della commemorazione; in particolare l’università e non solo per gli ultimi eventi ma anche per altri – passati quasi inosservati – come la denuncia (che risulta esser la ennesima) del figlio dell’ex-rettore Walter Bigiavi sulla permanenza, in locali dell’Università, del ritratto del rettore fascista repubblichino Goffredo Coppola.

Le istituzioni hanno un modo efficace per rendersi utili: la loro assenza.

Si lasci questo momento ai veri amici, ai compagni di Francesco, ai giovani che hanno compreso il messaggio della sua lotta e della sua vita.

Vito Totire, i compagni della facoltà di medicina, il Circolo “Chico” Mendes, il Centro per l’alternativa alla medicina e alla psichiatria 

LA “BOTTEGA” ADERISCE A QUESTO RICORDO MA ANCHE ALL’APPELLO AFFINCHE’ LE ISTITUZIONI STIANO IL PIU’ LONTANO POSSIBILE, VISTO CHE NON SONO CAPACI DI CAPIRE E DI CAMBIARE.

«LA CITTA’ PIANGE E FA PENA»: QUI IL POETA ROBERTO ROVERSI – Scordata: 11 marzo 1977 – HA RICORDATO FRANCESCO LORUSSO. [db]

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.