Quella volta che era oltre i confini dell’amore

Ti racconto

 

Scriviamo per ricostruire relazioni positive ovvero un «flash writing mob» alla vigilia del 25 novembre

di Maria Rosaria Baldin 

Oltre allo sciopero delle donne, di cui questo blog è promotore, c’è un’altra interessante iniziativa a cui chiunque desideri superare la violenza verso le donne, può partecipare. Si tratta di un «flash writing mob», un momento cioè di scrittura simultanea, che si terrà la vigilia del 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

L’iniziativa nasce grazie al progetto europeo «Scrivere oltre il silenzio – Promuovere le competenze autobiografiche per aiutare le donne sopravvissute alla violenza di genere» che in Italia è coordinato dalla Lua, cioè la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari. Il progetto, finanziato dall’Unione Europea, rientra nel programma Daphne, con la partecipazione dell’Istituzione della Provincia di Roma Solidea, del network greco European Network Anti-Violence, della cooperativa portoghese Coolabora e dell’Università Beira Interior dal Portogallo, del segretariato generale per le Pari Opportunità del governo greco e dell’Associazione Maschile Plurale.

La finalità del progetto è promuovere l’utilizzo della scrittura autobiografica nei Centri Antiviolenza e nelle altre strutture di supporto che si occupano di donne che hanno subìto violenza, da integrare tra gli strumenti di presa in carico e accompagnamento.

Con l’approssimarsi del 25 novembre, i coordinatori del progetto hanno pensato di partecipare alla riflessione – collettiva, culturale, politica e sociale – promuovendo su tutto il territorio nazionale la scrittura di sé come strumento di trasformazione delle relazioni, di liberazione dalla violenza, di cura e di recupero dei traumi subìti.

Come funziona:

– Per partecipare ci si deve iscrivere compilando il modulo appositamente predisposto e autorizzandone la pubblicazione (si dovrà scegliere uno pseudonimo); successivamente gli aderenti riceveranno un promemoria.

– Chiunque potrà partecipare, qualunque sia l’età, il genere, l’orientamento sessuale, la provenienza, ecc.

– l’iniziativa di scrittura simultanea online, sul sito www.lua.it/beyond, si svolgerà domenica 24 novembre 2013 a partire dalle 18:30.

– La sollecitazione di scrittura è «Ti racconto quella volta che era oltre i confini dell’amore».

– Sarà possibile elaborare il testo al momento o scriverlo in anticipo per caricarlo alle 18,30 di domenica 24 novembre, ora in cui il modulo su cui scrivere comparirà sul sito www.lua.it/beyond.

– Il testo dovrà avere una lunghezza massima di 1800 caratteri, spazi inclusi.

Per approfondire o avere ulteriori informazioni sul progetto «Scrivere oltre il silenzio» è sufficiente collegarsi al sito www.lua.it/beyond.

Non mi resta che chiedervi di divulgare la notizia e di augurare a tutt* noi buona scrittura e buona vita.

 

 

 

Maria Rosaria Baldin
Sono nata a Sandrigo, paese in provincia di Vicenza dove vivo.
 Nonostante un diploma di contabilità, mi sono sempre interessata più alla letteratura che alla matematica. 
Seguo da sempre le tematiche ambientali, le problematiche legate agli squilibri nord-sud del mondo, al consumo critico e consapevole, alla difesa dei diritti dei più deboli e alla costruzione della pace. Per quindici anni ho lavorato negli sportelli immigrazione della provincia di Vicenza. Nel 2009 la casa editrice La Meridiana ha raccolto la mia esperienza nel libro “Avanti il prossimo”. Dal 2009 gestisco il blog La Bottega delle Storie; inoltre collaboro con riviste e siti online. Organizzo percorsi di scrittura autobiografica e di raccolta di storie di vita. Mi sento in continua ricerca e penso che la spirale, con il suo percorso circolare aperto, lo rappresenti molto bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.