ricordo di Gian Vittorio Baldi

1

Telegramma di Pier Paolo Pasolini a Onorevole Matteo Matteotti (ministro del turismo e dello spettacolo):

“Stupito et indignato non assegnazione premio qualità at film Fuoco di Gian Vittorio Baldi avendo soprattutto ancora disponibili altri 5 premi da assegnare in questa selezione – stop – considero Fuoco uno dei film più nuovi et maturi degli ultimi anni – stop – tale omissione non può essere ignorata.”

se non conoscete Gian Vittorio Baldi provate ad ascoltarlo, si capirà quanto è stato importante per il cinema, cercate “Fuoco!” e si capiranno le parole di Pasolini.

 

 

qui avevo scritto di un suo gran film, “Fuoco!”, quello di cui parla Pier Paolo Pasolini all’inizio, e queste sono i primi minuti del film:

 

 

Francesco Masala
una teoria che mi pare interessante, quella della confederazione delle anime. Mi racconti questa teoria, disse Pereira. Ebbene, disse il dottor Cardoso, credere di essere 'uno' che fa parte a sé, staccato dalla incommensurabile pluralità dei propri io, rappresenta un'illusione, peraltro ingenua, di un'unica anima di tradizione cristiana, il dottor Ribot e il dottor Janet vedono la personalità come una confederazione di varie anime, perché noi abbiamo varie anime dentro di noi, nevvero, una confederazione che si pone sotto il controllo di un io egemone.

2 commenti

  • Caro Francesco, la ringrazio infinitamente di cuore per quanto ha scritto su mio padre.

    Sono a sua disposizione per qualsiasi cosa.

    Grazie

    Gian-Luca Baldi

    Compositore, scrittore
    docente di composizione
    Conservatorio Agostino Steffani, Castelfranco Veneto (TV)

  • Francesco Masala

    Caro Gian-Luca, davvero commosso per le sue parole.

    Non sapevo dell’esistenza di Gian Vittorio fino a quando, per caso, qualche anno fa, ho scoperto “Fuoco”, che mi ha colpito moltissimo.
    Poi qualche giorno fa, quando ho letto della scomparsa, ho cercato qualcosa su internet e ho trovato quella straordinaria mezz’ora nella quale parla di cinema, con amore e passione.

    Dev’essere stata una persona in gamba, di quelle di cui si sentirà la mancanza, si capisce ascoltandolo, poi qui (http://www.ilmanifestobologna.it/wp/2015/04/il-lato-umano-di-un-intellettuale-e-regista-omaggio-a-gian-vittorio-baldi/) ne ho avuto la conferma, e lei deve saperlo più di tutti.

    Cercherò le altre cose di Gian Vittorio Baldi, so già che meritano.

    E grazie della visita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *