Sciopero delle donne, ancora 23gg

Mancano 23 giorni allo sciopero delle donne, evento che si spera epocale (sta a noi farlo diventare tale).

Per maggiori informazioni andare ai link:

===sciopero

http://www.scioperodelledonne.it/

http://scioperodonne.wordpress.com/

***

Si può aderire allo “sciopero” scrivendo a scioperodonne2013@gmail.com

***

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

  • Al di là dei contenuti specifici (e importantissimi) dello sciopero delle donne, vi sono, secondo noi, altri due motivi che possono fare della scadenza del 25 novembre un evento da ricordare:
    Il primo è che dopo tanto tempo un soggetto collettivo, mobilitandosi autonomamente, si pone oggettivamente, in più dei temi agitati, quale propulsivo di una lotta fuori dalla logica del capitale;
    il secondo è dato dal salto di qualità medesimo che il movimento femminile ha effettuato passando dal rivendicazionismo del passato al protagonismo del presente.
    Negli ultimi decenni molte donne (o coloro che pretendevano di rappresentarle tutte) dicevano “ci siamo anche noi, tenetene conto”; oggi si rovescia il discorso “ci siete anche voi, a mantenere questo sistema che ci opprime tutte e tutti, non lo dimenticate… e noi comunque non ci stiamo più”.
    Noi due non lo dimentichiamo (parlano due vecchi mufloni ma con ancora tanta voglia di battersi). Siamo mica dei decerebrati. Nonostante cinquanta anni di Democrazia Cristiana e venti di Berlusconismo ancora conserviamo cognizione dei nostri interessi. Politici immediati e politico storici.
    D’altronde negli ultimi anni già altre manifestazioni di donne “non inquadrate” hanno scosso i Palazzi aiutando i movimenti a uscire dal proprio letargo. Che si torni a dire, tutte/i insieme: “ce n’est qu’un debout”. Buon inizio il 25 novembre, buone lotte dal 26 in poi.

    DB&Mam

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.