Scor-data: 18 luglio 356 avanti Cristo

La storia è un gioco a dadi

di Eduardo Galeano (*)  

Centovent’anni era durata la costruzione del tempio della dea Artemide, a Efeso, che fu una delle meraviglie del mondo.

Il tempio venne ridotto in cenere in una sola notte nel 356 a. C.

Nessuno sa chi lo avesse creato. Il nome dell’assassino invece risuona ancora: Erostrato, l’incendiario, volle passare alla storia e ci riuscì.

 

(*) Riprendo questo scritto di Eduardo Galeano dal bellissimo «I figli dei giorni» – tradotto da Marcella Trambaioli per Sperling & Kupfer nel 2012 – che non mi stanco di citare e consigliare a tutte/i. La data più accreditata per l’incendio del tempo di Artemide è il 21 luglio del 356 avanti Cristo ma Galeano l’ha datata 18 luglio e il blog si è adeguato.

Ricordo – per chi si trovasse a passare da qui per la prima volta – il senso di questo appuntamento quotidiano. Dall’11 gennaio 2013, ogni giorno (salvo contrattempi sempre possibili) troverete in blog a mezzanotte e un minuto una «scordata» – qualche volta raddoppia, pochi minuti dopo – di solito con 24 ore circa di anticipo sull’anniversario. Per «scor-data» si intende il rimando a una persona o a un evento che per qualche ragione il pensiero dominante e l’ignoranza che l’accompagna dimenticano o rammentano “a rovescio”. Ma qualche volta ci sono argomrenti più leggeri che… ogni tanto sorridere non fa male.

Molti i temi possibili. A esempio, nel mio babelico archivio, sul 18 luglio fra l’altro avevo ipotizzato:1918: nasce Mandela; 1947; indipendenza dell’India. E chissà a ben cercare quante altre «scordate» salterebbero fuori.

Molte le firme (non abbastanza forse per questo impegno quotidiano) e assai diversi gli stili e le scelte; a volte troverete post brevi: magari solo una citazione, una foto o un disegno. Se l’idea vi piace fate circolare le «scordate» o linkatele ma ovviamente citate la fonte. Se vi va di collaborare – ribadisco: ne abbiamo bisogno – mettetevi in contatto (pkdick@fastmail.it) con me e con il piccolo gruppo intorno a quest’idea, di un lavoro contro la memoria “a gruviera”. (db)

 

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.