Se l’intelligenza artificiale ha imparato a essere razzista e sessista

Arresti ingiustificati, discriminazioni nella selezione dei curriculum e altro ancora: a fare le spese dei bias dell’intelligenza artificiale sono sempre le donne e le minoranze. Nella maggior parte dei casi, il problema sta tutto nel database usato per l’addestramento, costituito da dati in cui sono inevitabilmente incorporati i pregiudizi della società. Gli stessi problemi si sono verificati recentemente anche con

Continua a leggere

La guerra spinge il riconoscimento facciale

di Fabio De Sicot, aka jolek78 pubblicato originariamente su Guerre di Rete, progetto nato della collaborazione tra la newsletter creata dalla giornalista Carola Frediani e il gruppo cyber-attivista Cyber Saiyan Nella guerra in Ucraina, anche la biometria e il riconoscimento facciale hanno svolto un ruolo. In una lunga intervista con Techcrunch, il ministro della Trasformazione digitale ucraino Mykhailo Fedorov ha

Continua a leggere
1 2 3 9