Tre giorni a Pisa

«COMMON | PROPERTIES»: lavoro, diritti, territori

Dal 20 al 22 settembre 2013 a Pisa, nell’ex Colorificio Liberato in via Montelungo   

Programma provvisorio
Venerdì 20 settembre
Dalle 8,30

Presidio davanti al Tribunale di Pisa “Il nostro tempo, la nostra strada”

Dalle 15

Attività permanenti: spazio libreria, mediacenter, aggeggificio-spazio bambini, CiboliberoKC, mostre fotografiche, proiezioni, ciclofficina, parete d’arrampicata indoor e molto altro.
Dalle 17:30
«Terra bene comune: pratiche dal basso per economie alternative»: intervengono Francuccio Gesualdi (Centro nuovo modello di sviluppo), SOS Rosarno, Campi Aperti
Dalle 22

Dancing in the MOONlight

Sabato 21 settembre
Dalle 9

Mercato produttori biologici e artigiani locali.

Dalle 10

Gruppi di lavoro

Proprietà e conflitto – stanza “Oceano delle tempeste”. (Se vuoi contribuire alla costruzione del tavolo scrivi a: proprietaconflitto@gmail.com)
Proprietà e saperi – stanza “Mare della tranquillità”. (Se vuoi contribuire alla costruzione del tavolo scrivi a:
proprietasaperi@gmail.com)
Proprietà e territorio – stanza “Baia della rugiada”. (Se vuoi contribuire alla costruzione del tavolo scrivi a:
proprietaterritorio@gmail.com)
Proprietà e produzione – stanza “Lago dei sogni”. (Se vuoi contribuire alla costruzione del tavolo scrivi a:
proprietaproduzione@gmail.com)
Dalle 17:30
«Oltre la proprietà : nuove forme di produzione in comune»: intervengono Guido Viale, Massimo De Angelis, Collins, Tonino Perna
Dalle 21:30
«Fabricas sin patrones»: dall’Argentina alla Grecia, dalla Turchia alla Spagna, pratiche di riappropriazione per uscire dalla crisi.
Partecipano:
Begun Firat – Network for the commons Mustiereklerimiz, Instanbul
Murua Eduardo – fabbrica recuperata IMPA Argentina
operaio della Vio.Me, fabbrica occupata Salonicco
operaio della Ri-maflow
amministratore di Marinaleda

Domenica 22 settembre

Dalle 10
«E’ tempo di RIVOLTA»: assemblea plenaria

per maggiori informazioni muncipiobenicomuni@gmail.com

segui gli aggiornamenti su www.rebeldia.net

e su facebook https://www.facebook.com/events/591321834232557/

UNA BREVE NOTA

Ricordo che il 20 settembre il tribunale di Pisa deciderà se accogliere la richiesta di sgombero dell’ex Colorificio Toscano e gli attivisti del progetto Rebeldia invitano a un presidio (che di fatto apre la tre-giorni). «Non sgomberare il Colorificio» si intitola l’appello – per sottoscrivere: www.rebeldia.net – che in poche settimane ha raccolto oltre 3 mila firme; alcuni nomi: Vittorio Agnoletto, Giuliana Beltrame, Paolo Cacciari, Giuseppe De Marzo, Franco Gesualdi, Haidi Giuliani, Monica Lanfranco, Luca Martinelli, Grazia Naletto, Livio Pepino, Marco Revelli, Salvatore Settis, Massimo Torelli, Guido Viale, Alex Zanotelli… Anche io ho firmato e vi invito a farlo. (db)

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.