Un eroe – Ashgar Farhadi

(visto da Francesco Masala) Un eroe, di Ashgar Farhadi e due ottimi corti iraniani, di Farnoosh Samadi e Ali Asgari

perché Rahim decide di non prendere i soldi che la fidanzata aveva trovato è davvero un mistero, o forse no.

probabilmente è solo una brava persona, ma dal momento nel quale decide di restituire le monete d’oro iniziano i suoi problemi (come se già non ne avesse)

nei tempi dei telefoni cellulari, dei social, della velocità, tutto si complica, anche in Iran.

un uomo sfortunato va in prigione per debiti, ha una fidanzata segreta, un bambino che ha i suoi problemi, e un colpo di fortuna diventa una jattura.

ogni tentativo di risolvere un problema ne crea uno peggiore, Rahim è come un pezzo di legno nell’oceano, in una tempesta perfetta.

tempi difficili per i troppo buoni.

buona (balbuziente) visione.

https://markx7.blogspot.com/2022/01/un-eroe-ashgar-farhadi.html

 

 

 

Francesco Masala
una teoria che mi pare interessante, quella della confederazione delle anime. Mi racconti questa teoria, disse Pereira. Ebbene, disse il dottor Cardoso, credere di essere 'uno' che fa parte a sé, staccato dalla incommensurabile pluralità dei propri io, rappresenta un'illusione, peraltro ingenua, di un'unica anima di tradizione cristiana, il dottor Ribot e il dottor Janet vedono la personalità come una confederazione di varie anime, perché noi abbiamo varie anime dentro di noi, nevvero, una confederazione che si pone sotto il controllo di un io egemone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *