Elezioni in Algeria…

…”Sketch sciorba” prima di Ramadhan di Karim Metref Il 10 maggio prossimo, in Algeria si terranno le quinte elezioni legislative “plurali” della giovane storia del Paese. L’amministrazione e i politici si preparano per il torneo elettorale che vedrà in lizza 44 partiti e 25.800 candidati per 462 posti da parlamentari. Ma il Paese pensa ad altro. In un clima teso

Continua a leggere

Combinazione tossica fra culture e religioni

 di Mona Eltahawy L’originale «Why do they hate us?» è stato scritto per www.foreignpolicy.com il 24 aprile; traduzione e adattamento di Maria G. Di Rienzo. Mona Eltahawy è una giornalista egiziana (su codesto blog trovate una sua intervista, «Egitto, la nostra rivoluzione», il 4 dicembre 2011). In «Vista in distanza di un minareto», la scomparsa

Continua a leggere

Tredici inferni di Hassan Blasim

recensione a “Il matto di piazza della Libertà” di Karim Metref Di piazze, viali e vie battezzate “della libertà”, “della Liberazione” o “dell’Indipendenza”, nel mondo arabo, ce ne stanno in ogni città più o meno grande. Sahat Attahrir, Maydan al hurriya, Sciarii al istiqlal… Tutte arredate di altari, sculture e grandi affreschi murali dedicati alla libertà… Ma in tutte queste

Continua a leggere

Intervista a un attivista scappato dall’inferno siriano

di Karim Metref Qualche mese fa, sulla rivista “El-Ghibli”, scrivevo del mio amico siriano Hamed (http://www.el-ghibli.provincia.bologna.it/id_1-issue_08_33-section_6-index_pos_3.html) di cui non riuscivo ad avere notizie. Ora sulla sua sorte sono più tranquillo. Mi ha contattato lui per dirmi che è fuori pericolo. È riuscito a scappare in un altro paese arabo. Per Hamed sono rassicurato, ma per la Siria sono più preoccupato

Continua a leggere

Pace e diritti nella regione kurda

Un appello «Una primavera dei popoli ai confini dell’Europa: questo è lo scenario a cui assistiamo negli ultimi mesi. La regione mediterranea ed il Medio Oriente sono attraversati da un vento di libertà, e cercano strade democratiche e pacifiche di rinnovamento. La discussione alle Nazioni Unite sul riconoscimento dello stato palestinese costituisce una importante occasione per riflettere sulla ricerca di

Continua a leggere

Co-esistenza o co-Resistenza?

“There are already Palestinian Gandhis – they’re women” di Yasmina Mrabet Yasmina Mrabet ha intervistato (il 10 gennaio) per Peace X Peace http://www.peacexpeace.org/ il fotogiornalista israeliano Mati Milstein sul suo attuale progetto, la mostra fotografica “Palestine: Women First” http://vimeo.com/33312186. Traduzione e adattamento di Maria G. Di Rienzo.

Continua a leggere

Jam session più abbecedario

Ravenna, (festival delle culture: http://festivaldelleculture.wordpress.com) 5 giugno: Round Midnight, a mezzanotte circa. Però sotto la tenda non c’è Thelonius Monk con Dexter Gordon ma Ale cioè Alessandro Taddei (senza piano, purtroppo) poi raggiunto da Db alias Daniele Barbieri (senza sax, per fortuna). Ale scrive foglietti e li butta in uno scatolone Db: «Ciao… Ma quando sei tornato dal Medio Oriente?».

Continua a leggere
1 14 15 16 17