Crack Carisp: nuove iniziative

di Davide Fabbri (*)

AFFOLLATA ASSEMBLEA DEL COMITATO DIFESA RISPARMIATORI CASSA RISPARMIO CESENA. ILLUSTRATO L’ESPOSTO PENALE ALLA PROCURA E LANCIATA LA PROPOSTA DI UN CORTEO DAL MUNICIPIO ALLA SEDE LEGALE DELLA BANCA.
Ieri pomeriggio a Cesena nella sala pubblica del quartiere Fiorenzuola affollato incontro degli azionisti della Cassa Risparmio Cesena. Una sala così piena e partecipata è un pugno nello stomaco a una importante fetta di classe politica disinteressata ai problemi dei risparmiatori della banca. La (ex) banca più importante del territorio ha subito un crack finanziario allucinante, frutto di scelte scellerate da parte di chi l’ha gestita negli ultimi anni: una banca finanziariamente morta se non ci fosse stato l’ingresso del Fondo interbancario con 280 milioni di euro cash per il risanamento. Delle vittime nessuno si occupa. Parlo dei 13.200 azionisti che si sono visti pressoche’ azzerare il valore delle azioni: da 19 euro a 50 centesimi. Il nostro Comitato Difesa Risparmiatori Carisp – formato al momento da 430 iscritti – ha voluto prendere in mano fin da subito la spinosa vicenda. Abbiamo sete di giustizia, trasparenza e legalità. Chiediamo alla magistratura di accertare le responsabilità di questo crack, di condannare i colpevoli e risarcire le vittime. E’ una pura e semplice richiesta di giustizia sociale. Ieri ho illustrato il contenuto del nostro esposto alla procura della Repubblica di Forlì. Per chiedere un allargamento delle indagini in corso. Reputo questa battaglia giusta e necessaria, nel vuoto e nell’indifferenza della politica. Le lotte vanno portate avanti, con forza e determinazione, per stare dalla parte di chi – i risparmiatori in questo caso – si è visto calpestare i diritti.

Abbiamo annunciato di voler organizzare entro aprile un corteo di protesta e di proposta: dal Municipio di Cesena alla sede legale della banca all’ex Zuccherificio. Per chiedere alla politica un risveglio, per esigere dagli attuali amministratori della banca l’attivazione dell’azione di responsabilità nei confronti degli ex vertici della banca, ora indagati.
Un grazie a tutte/i per la calorosa partecipazione di ieri. Grazie speciale ai collaboratori del Comitato: all’esperto di economia e finanza Franco Faberi, e agli avvocati di Adusbef Vincenzo Bellitti di Ferrara e Grazia Angelucci di Bologna.

Cesena, 19 marzo 2017

(*) Davide Fabbri è blogger indipendente e portavoce del Comitato Difesa Risparmiatori Carisp

(**) Di questa vicenda si è parlato numerose volte in “bottega”. Rispetto ad altre più grandi storie di risparmiatori dissanguati la vicenda di Cesena sembra avere un valore soprattutto locale però le modalità del crac e la risposta dei cittadini ci sembrano di interesse generale… da qui la necessità di raccontarle [db]

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Rispondi