PER PRENDERE UNA DECISIONE AL VOLO

(di Pabuda)ASSEMBLEA MIRAFIORI x PER PRENDERE DECISIONE AL VOLO

il tetto di conchiglione rosse

della casa tondeggiante

affacciata –

e a tutte finestre sorridente –

sulla nostra piazza,

stamattina,

verso le cinque e mezza,

ha cambiato all’improvviso

di colore:

un’increspata, nervosa e fittissima

popolazione

d’uccellotti scuri

lì sopra s’era data appuntamento

apparentemente solo per mutare in nero

al tetto la colorazione

e per dare addirittura nuova forma,

vita e funzione

a certe rachitiche antenne deturpanti

trasformate in un attimo

in assurdi ma belli…

nerissimi ondeggianti alberelli

con penne e piume corvine

al posto di verdi foglie e foglioline.

in realtà, son stati lì:

per discutere, almeno un momento,

dove dirigersi

e quale angolo di quartiere

colonizzare,

magari qualche mese,

giusto per – come si dice…– per svernare.

io non so per certo come si chiamino

‘sti volatili molto ben organizzati

né comprendo i loro linguaggi:

non capisco che si dicano aprendo il becco

o sbattendo le ali

ma ho una certa esperienza

in fatto di dinamiche assembleari:

di modo che ho potuto notare

il tipico speciale subbuglio che caratterizza

gli ultimi secondi della votazione

e un’ammirevole caotica disciplina

di tutte le componenti del convegno

una volta assunta (forse all’unanimità?)

l’importantissima decisione.

Pabuda
Pabuda è Paolo Buffoni Damiani quando scrive versi compulsivi o storie brevi, quando ritaglia colori e compone collage o quando legge le sue cose accompagnato dalla musica de Les Enfants du Voudou. Si è solo inventato un acronimo tanto per distinguersi dal suo sosia. Quello che “fa cose turpi”… per campare. Tutta la roba scritta o disegnata dal Pabuda tramite collage è, ovviamente, nel magazzino www.pabuda.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *