Cemento-amianto negli acquedotti toscani

di Maurizio Marchi

MEDICINA DEMOCRATICA

Sezione di Livorno

Pochi tubi di cemento amianto sostituiti in 7 anni negli acquedotti toscani

Abbiamo ricevuto, a nostra richiesta, dall’Autorità idrica toscana l’elenco dei tubi di cemento amianto sostituiti negli acquedotti toscani tra il 2014 il 2020. Sono solo 76,489 Km su 1.859 km dichiarati dall’AIT nel 2014: solo il 4 per cento. Di questo passo occorreranno molte decine d’anni prima di cambiarli tutti.

Nel comune di Pisa, il più disastrato in Toscana, con ben il 53 % di tubi di CA nell’acquedotto per 213 km, ne sono stati sostituiti 7,2 km dal gestore Acque, il 3,3 %, sotto la media toscana.

Nel comune di Livorno, con 157 km di tubi in CA, ne sono stati sostituiti 3,8 km da ASA.

Nel comune di Rosignano, con 72,4 km di tubi in CA, ne sono stati sostituiti 1 km da ASA.

Un po’ meglio nel comune di Cecina, dove su 56 km di tubi in CA, ne sono stati sostituiti 3,5 km.

Nel comune di Piombino su 63,5 km di tubi in CA, ne sono stati sostituiti 2,2 km.

Sul sito di Medicina democratica Livorno www.medicinademocraticalivorno.it il dettaglio di tutti i Comuni toscani come erano nel 2014 e come sono adesso, secondo i dati ufficiali di AIT. Ricordiamo anche che le tubazioni di cemento-amianto, molto vecchie, oltre ad inquinare l’acqua, sono soggette a perdite, quindi ad una dissipazione di acqua preziosa. Infine il PNRR del governo Draghi non prevede la sostituzione delle tubazioni di cemento amianto, nonostante l’Italia sia uno dei Paesi con il maggior chilometraggio di questi tubi.

Maurizio Marchi per MD onlus – 2.7.21

La Bottega del Barbieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *