La rossa febbre pasoliniana di Igor Costanzo

di Sandro Sardella

irradiazione o fibrillazione ..l’Italia patria dello spirito di contraddizione ..

l’Italia che ha vinto tutto e ha perso tutto .. il diritto e il rovescio delle

cose .. non c’è vero conflitto .. né vera antitesi al degrado .. ogni

momento è sul punto di perdersi .. ecco parole in un fare continuamente

naufragio .. parole che aleggiano carnali in un trovare fondamento .. ..

una febbre pungente .. ..

 

e come scrive di Lui il grande Jack Hirschman: «.. L’opera di Costanzo

è un bel raggio di fuoco purificatore del cuore e deve essere accolta

con gioia in quei luoghi, in tutte le nostre anime devastate dalla guerra,

in cui il senso di disperazione reclama a gran voce il suo opposto».

 

ITALIA

 

Italia mi hai spezzato il cuore,

dopo anni di attesa posso dire

ancora di amarti, ma forse

ormai è tardi e tu sei sempre

più spietata nel negarti.

 

Vivo l’angoscia di vederti coprire

il volto, non accorgendoti

che sei bellissima, forse perché

non te lo dice più nessuno, allora

te lo dico io e a pieni polmoni.

 

Ma tu non senti e affoghi

nella tua merda televisiva e ti aggiri

come un involucro vuoto,

con stampato un sorriso demente

sul volto.

 

Sappi che mi hai rotto i coglioni

con la tua negligenza e il tuo lassismo,

sei una madre alcolizzata, preoccupata

solo di essere ancora presentabile,

mentre i tuoi figli uccidono i figli

che uccideranno altri figli

 

e la tua casa è quasi vuota

e tu ti muovi sola e sconsolata

aspettando che qualcuno ti prenda per mano

come quando eri giovane e spensierata.

 

Italia, amata patria mia, fai che la tua mano

non sia già fredda di morte, perché il tuo amante

potrebbe portarti una croce

e basterebbe innalzarla ai piedi

del tuo giaciglio perché tu divenga

il più bel fantasma della storia del mondo.

 

(questa poesia è tratta da: «Revolutionary Poet Brigade»

76 Poets – 25 Countries – 1 Voice – Volume 1 – Casa

della Poesia – Los Angeles – USA – 2010 )

 

Igor Costanzo nasce a Desenzano del Garda (BS) nel 1980 da una famiglia italo-finlandese. Poeta, scrittore e performer. Nel 2005 esce la sua prima opera in poesia «I wish to be light» presso le edizioni C. C Marimbo di Berkeley California, curata e tradotta da Hirschman. Nel 2007 «Innocenza in bilico» – Zanetto Editore, prefazione di Jack Hirschman, postfazione di Alda Merini.

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.