«L’arbitro» di Paolo Zucca

Debutta in blog «Il cinema di Ismaele», una nuova rubrica: la troverete ogni lunedì e giovedì sera. Film e dintorni: «yuk yuk, troppo gusto per me», come dice Pippo quando vede le sue amate noccioline. (db)  

di Ismaele (*)

un esordio davvero maturo, non sarà perfetto, ma non importa.

ci ho visto una storia di due mondi diversi, lontani, quello ricco e corrotto, che comanda, di morti viventi; quello umile, ruvido, difficile, ma vivo, chissà, una metafora.

ma quello che mi è piaciuta di più è la storia dei poveri, calda, eroica, dell’eroismo dei poveri, è realismo magico applicato, se non sapessi che è la Sardegna, potrebbe essere, senza nessuna forzatura, la storia di due villaggi vicino a Macondo, o sulle Ande peruviane di Scorza o nel profondo Messico.

c’è tanto dentro, in una sceneggiatura con tempi che non annoiano mai.

e il personaggio di Accorsi (che ha onorato il cinema in “Capitani d’aprile”, film epico), unico legame fra i due mondi, è quello di uno inadatto dappertutto, ma solo in terza categoria riesce a sorridere, alla fine.

una lode speciale per Benito Urgu, che interpreta Prospero, l’allenatore cieco e Jacopo Cullin, che interpreta Matzutzi, alla fine c’è una bellissima citazione di Amarcord.

guardatelo e godetene tutti, nessuno resterà deluso, anzi – Ismaele

http://markx7.blogspot.it/2013/09/larbitro-paolo-zucca.html  

(*) «Tre film al giorno, tre libri alla settimana, dei dischi di grande musica faranno la mia felicità fino alla mia morte». (François Truffaut) Nasce una nuova rubrica di cinema e siccome andare al cinema deve essere piacere vado a vedere solo quei film che penso mi interessino (ognuno ha i suoi pregiudizi). Ne scriverò e mi potrete dire se siete d’accordo o no con quello che scrivo; ognuno vede solo una parte, mai tutto, nessuno è perfetto. Ci saranno anche film inediti, ma bellissimi, film dimenticati, corti. Non parlerò mai di cose che non mi interessano o non mi sono piaciute, promesso; la vita è breve non perdiamo tempo con le cose che non ci dicono niente. (Ismaele)

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.