Linux Tutorial – Puntata 3

di jolek78

Care/i fruitrici e fruitori del blog, in questi post  – ogni domenica mattina – si parlerà del sistema operativo GNU/Linux e degli strumenti per utilizzarlo al massimo delle potenzialità. Cercheremo di spiegare come funziona, cosa è il kernel, come costruirsi una vpn, come settare un firewall e giocare col terminale, usare adb e altro. Se il capitalismo della sorveglianza ci vuole passivi consumatori-consumatrici di servizi noi si risponde con un po’ di “cultura informatica” e un MARAMEO (quasi affettuoso). Buona lettura!

Make Linux great again
Una cosa che non mi piace vedere è un desktop poco organizzato, poco gradevole, e un terminale inguardabile. Come sarebbe a dire? Un desktop è un desktop, e un terminale è un terminale. Ne siete davvero convinti? Non sempre. Questa terza puntata sarà dedicata espressamente a come rendere Linux piacevole da guardare, e il terminale piacevole da interagire. Cominciamo dunque dalle cose più banali: lo sfondo. Dal sito wallhallapapers ce me sono di bellissimi, e tanti, ma tanti, di argomento cyberpunk.

Ricordate come si cambia?

Prime configurazioni
– pulsante destro del mouse > desktop settings > select image

Fatto questo ci possiamo muovere a rendere più funzionale la barra superiore di Xfce. Puntando il vostro mouse sulla barra, con lo stesso sistema del cambio sfondo, col pulsante destro andate su:

– panel > add new item

e divertitevi ad aggiungere quello che è più funzionale per voi. Io, forse per abitudine, ho aggiunto cpu graph, system load monitor, weather update, keyboard layout e notes. Poi seguendo questi passaggi

– applications > settings > appearance

potrete selezionale il tono di colore che vorrete dare al vostro desktop, le icone, il font, mentre attraverso window manager tweaks potrete selezionare altre piccole amenità come trasparenza, focus e cosi’ via. Tutto questo può sembrare di poco conto, ma l’usabilità del vostro sistema operativo – ci prenderete gusto, ve lo assicuro – è direttamente proporzionale al piacere che avrete nel giochicchiare con esso.

Prime installazioni
Installiamo alcuni pacchetti software:

bottega@bottegadelbarbieri:~/Desktop$ sudo apt install plank terminator screenfetch htop cmatrix -y
Reading package lists... Done
Building dependency tree 
Reading state information... Done
The following additional packages will be installed:
bamfdaemon giblib1 gir1.2-keybinder-3.0 libbamf3-2 libgif7 libgtop-2.0-11 libgtop2-common libid3tag0 libimlib2 libplank-common libplank1 python3-configobj scrot
Suggested packages:
cmatrix-xfont libplank-doc python-configobj-doc
The following NEW packages will be installed
bamfdaemon cmatrix giblib1 gir1.2-keybinder-3.0 htop libbamf3-2 libgif7 libgtop-2.0-11 libgtop2-common libid3tag0 libimlib2 libplank-common libplank1 plank python3-configobj screenfetch scrot terminator
0 to upgrade, 18 to newly install, 0 to remove and 0 not to upgrade.
Need to get 1,360 kB of archives.
After this operation, 6,440 kB of additional disk space will be used.
bottega@bottegadelbarbieri:~$ sudo apt install curl wget git gpg -y 
[sudo] password for bottega: 
Reading package lists... Done
Building dependency tree 
Reading state information... Done
wget is already the newest version (1.20.3-1ubuntu1).
wget set to manually installed.
gpg is already the newest version (2.2.19-3ubuntu2.1).
gpg set to manually installed.
Suggested packages:
git-daemon-run | git-daemon-sysvinit git-doc git-el git-email git-gui gitk gitweb git-cvs
git-mediawiki git-svn
The following NEW packages will be installed
curl git git-man liberror-perl
0 to upgrade, 4 to newly install, 0 to remove and 0 not to upgrade.
Need to get 5,626 kB of archives.
After this operation, 38.8 MB of additional disk space will be used.

Modifichiamo bashrc
A questo punto, per rendere piu’ piacevole il nostro terminale installiamo prima una coppia di font imperdibili:

bottega@bottegadelbarbieri:~$ sudo apt install fonts-powerline 
bottega@bottegadelbarbieri:~$ sudo apt install fonts-inconsolata

e uno script di configurazione, chiamato oh-my-bash

bottega@bottegadelbarbieri:~$ sh -c "$(curl -fsSL https://raw.github.com/ohmybash/oh-my-bash/master/tools/install.sh)"
Cloning Oh My Bash...
Cloning into '/home/bottega/.oh-my-bash'...
remote: Enumerating objects: 348, done.
remote: Counting objects: 100% (348/348), done.
remote: Compressing objects: 100% (312/312), done.
remote: Total 348 (delta 20), reused 302 (delta 19), pack-reused 0
Receiving objects: 100% (348/348), 2.70 MiB | 3.53 MiB/s, done.
Resolving deltas: 100% (20/20), done.
Looking for an existing bash config...
Found ~/.bashrc. Backing up to ~/.bashrc.pre-oh-my-bash
Using the Oh My Bash template file and adding it to ~/.bashrc
         __                        __               __ 
   ____ / /     _ _______ __ __   / /_  ____  _____/ _ 
 / __ \/ __ \  / __ `__ \/ / / / / __ \/ __ `/ ___/ __\
/ /_/ / / / / / / / / / / /_/ / / /_/ / /_/ (__ ) / / /
\____/_/ /_/ /_/ /_/ /_/\__, / /_.___/\__,_/____/_//_/ 
                       /____/ .... is now installed!
Please look over the ~/.bashrc file to select plugins, themes, and options

Andiamo ora a modificare un file molto importante, ed è il bashrc, quello che ci permetterà di settare i nostri alias, le nostre configurazioni. Tranquilli, vederemo anche queste cose, incluso come creare qualche script in bash.

Dunque:

bottega@bottegadelbarbieri:~$ vim .bashrc

Al posto di

OSH_THEME=font

sostituite

OSH_THEME=agnoster

Quindi:
– premere il tasto “ins”
– sostituire il testo
– premere il tasto “esc”
– scrivere “:wq!”
– chiudere il file

Generiamo le chiavi
Ultimo passaggio: generiamo le chiavi ssh e gpg. Per quanto riguarda ssh, che è il sistema di autenticazione per le connessioni da remoto, una buona regola è di generare le tre disponibili: rsa, dsa e ecdsa

bottega@bottegadelbarbieri:~$ ssh-keygen -t ecdsa
bottega@bottegadelbarbieri:~$ ssh-keygen -t rsa
bottega@bottegadelbarbieri:~$ ssh-keygen -t dsa

Per gpg, noto come il gnu privacy guard, ovvero il sistema che ci permette di crittografare dati in invio e ricezione, si fa invece cosi’:

bottega@bottegadelbarbieri:~$ gpg --gen-key

A questo punto, dovreste vedere questi file:

bottega@bottegadelbarbieri:~$ ls -lha .ssh/
total 32K
drwx------ 2 bottega bottega 4.0K Feb 22 14:41 .
drwxr-xr-x 19 bottega bottega 4.0K Feb 22 14:40 ..
-rw------- 1 bottega bottega 1.5K Feb 22 14:41 id_dsa
-rw-r--r-- 1 bottega bottega 616 Feb 22 14:41 id_dsa.pub
-rw------- 1 bottega bottega 578 Feb 22 14:41 id_ecdsa
-rw-r--r-- 1 bottega bottega 188 Feb 22 14:41 id_ecdsa.pub
-rw------- 1 bottega bottega 2.6K Feb 22 14:40 id_rsa
-rw-r--r-- 1 bottega bottega 580 Feb 22 14:40 id_rsa.pub

bottega@bottegadelbarbieri:~$ ls -lha .gnupg/
total 28K
drwx------ 4 bottega bottega 4.0K Feb 22 14:39 .
drwxr-xr-x 19 bottega bottega 4.0K Feb 22 14:40 ..
drwx------ 2 bottega bottega 4.0K Feb 22 14:39 openpgp-revocs.d
drwx------ 2 bottega bottega 4.0K Feb 22 14:39 private-keys-v1.d
-rw-rw-r-- 1 bottega bottega 2.0K Feb 22 14:39 pubring.kbx
-rw------- 1 bottega bottega 32 Feb 22 14:38 pubring.kbx~
-rw------- 1 bottega bottega 1.3K Feb 22 14:39 trustdb.gpg

Lanciate ora plank per avere la barra in basso a mo’ di MacOs. Lanciate terminator come vostro terminale predefinito e dividete il suo schermo in tre sezioni: nella prima a sinistra lanciate h-top e nella seconda in alto a destra c-matrix. Impostate la trasparenza al vostro terminale et voilà.

bottega@bottegadelbarbieri:~$ htop
bottega@bottegadelbarbieri:~$ cmatrix -a

Benvenuti nel vostro nuovo desktop!

Alla prossima settimana!
jolek78

>> Indice <<
Puntata 2 < > Puntata 4

Il logo “Tux Linux” e’ stato realizzato e distribuito dall’artista deiby-ybied su Deviantart in licenza Creative Commons BY-NC-SA 3.0

jolek78
Un tizio che pensava di essere uno scienziato. Si ritrovò divulgatore scientifico. Poi si addormentò e si svegliò informatico. Ma era sempre lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.