Non è colpa mia

Stamattina apro il blog e scopro che in alcuni punti compaiono pubblicità. Stupore, rabbia. Non l’ho deciso io e non so come (anzi: se) potrò porvi rimedio. Sono i rischi del “gratuito”. Per chi come me è squattrinato perfino la relativamente piccola spesa per aprire un blog è quasi impossibile da sostenere; così, a suo tempo, mi sono rivolto a un saggio tecno-amico che mi ha costruito su wordpress codesto blog (strada facendo è diventato collettivo) garantendomi che questo servizio – non male nel complesso, vero? – era esente dalle intromissioni del tiranno Glob Spot. Nessuno mi ha avvisato ma, con ogni evidenza, da oggi non è più così.

Sto pensando cosa fare. E appena possibile (per qualche giorno mi divido fra treni, aerei, amici e lavori, con poco tempo per il resto) mi consulto con la “piccola banda” che sostiene il blog. Nel frattempo gradisco le vostre “condoglianze”, invettive, riflessioni e ancor più consigli. Mi dispiace moltissimo che sia accaduto, mi sembra una piccola ma orribile conferma: il dittatore Universal Spot non vuole lasciarci neppure un angolino senza i suoi “consigli per gli acquisti”. Perciò vi ripeto, con voce forse un po’ infantile e quasi vicina al pianto: non è colpa mia.

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

7 commenti

  • A me non capita.
    Anzi, il tuo è uno dei pochi blog che non apre pop-up ad ogni collegamento.

    Clelia

  • Ho due numeri telefonici. Su uno ho potuto inseire l’inibizione alle telefonate commerciali, sull’altro no, dove la libera impressiberamente del mio tempo libelo.
    Ebbene, sulla linea che sarebbe inibita ricevo più chiamate che su quella non inibita.
    Forse è anche in ragione di casi come questo che sono diventato appassionato di fantascienza. La fantascienza è più normale, meno assurda e arbitraria dell’arbitrarietà vigente.

  • son sempre in viaggio e un po’ frastornato (rincretinito?) ma se capisco bene gli spot li vedo solo io
    meglio così
    prima però di andare dall’ottico (o dal neurologo) ho mostrato il blog a un amico: li vede anche lui
    ohibò
    tre possibili spiegazioni
    1 – ho una malattia (allucinatoria) infettiva
    2-dipende dal computer o dal tavolo
    3 – alcuni comp (o in alcuni momenti?) non hanno abbastanza “difese”, così qualcuno entra e piazza pubblicità
    mi dice un quasi guru che la terza possibilità è la meno fantasiosa
    prendo atto
    e quasi mi rassicuro
    ma siete avvisati: se nel blog cominciate a vedere inserti pubblicitari fatemi un fischio, GRAZIE

    • Fino a ieri anche io non vedevo le pubblicità, stamani si, ma cliccandoci sopra mi è venuto fuori questo annuncio in inglese: ho letto il tutto e c’è la possibilità, pagando però (a quanto ho capito), di togliere le pubblicità.
      Purtroppo sembra che però wordpress abbia la facoltà di poterlo fare. Leggete qui sotto:
      About These Ads
      The site you just visited is part of WordPress.com. There are two reasons why you might see ads on a WordPress.com site:

      The site is part of the WordAds program and has elected to show ads to earn money from their site.
      The site is one of the free sites hosted on WordPress.com, and we are running ads to cover the costs of operating the site for the user. We run these types of ads sparingly in an attempt to interfere as little as possible with the experience of reading a site and for logged in users we don’t show ads at all. There’s more info about our approach to ad serving in this blog post.
      In both of the above cases, the ad you saw could be coming from a number of ad partners including Sharethrough, Federated Media, or AdSense. The ads change depending on factors like your location and the type of site you are visiting.

      If you are a WordPress.com user and you would like to permanently remove all ads from your site, please take a look at our No Ads upgrade.

      If you saw an inappropriate ad, please report it to support@wordpress.com.

      • grazie David, dovrò studiare meglio la faccenda.Poco fa ho scritto un preoccupato commento al post “Il perfido giocattolaio” che forse vale incollare anche qui.
        Ho riaperto questo post cercando un nome che mi era uscito di mente. Mentre scorrevo, vedo che la parola GIOCHI ha un link. “Strano” penso: “non ricordo di avere linkato qualcosa”. Vado a vedere: è pubblicità – spot, banner come vi pare – che ovviamente io non ho autorizzato. Preoccupante. Da poco ho notato (vedi il post “Non è colpa mia”) che le intrusioni sono cominciate e, a quanto pare, continueranno.
        Ci tornerò sopra… Non intendo che le mie parole rimandino ai loro affari, che i miei pensieri si trasformino in pubblicità per chi legge. Devo trovare una soluzione: se qualcuna/o ha una proposta…. per favore si faccia sentire. (db)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.