Sbanchiamoli

L’invito di Simone e il comunicato stampa di Etinomia

Oggi 11 aprile sono in programma le notifiche dell’occupazione dei terreni in Val Clarea e la valle si sta mobilitando. Anche Etinomia si unisce alla mobilitazione, cercando di colpire la lobby del Tav dove fa più male: il portafoglio.
Per questo nasce la
campagna sBANKiamoli – www.sbankiamoli.it – ovvero una settimana di sciopero bancario dal 11 al 18 aprile, con bersaglio le grandi banche irresponsabili, che rifiutano il credito a famiglie e imprese a favore di operazioni finanziarie senza scrupoli e finanziamenti alle grandi opere inutili.
Come si può partecipare?
Innanzitutto
prelevando un po’ di contanti dal proprio conto in banca, magari cumulando i prelievi che normalmente vengono effettuati in una settimana o in un mese.
A chi ha qualche soldo sul conto o in qualche investimento, proponiamo di sottoscrivere quote di Mag4, un fondo di investimento etico che lavora da 20 anni per concedere prestiti a realtà virtuose sul territorio. Sono associati ad Etinomia e questo è il loro sito internet:
www.mag4.it .
Oppure
si può chiudere direttamente il proprio conto, per aprirne uno nuovo in una banca responsabile, come Banca Popolare Etica www.bancaetica.com o una Banca di Credito Cooperativo.
Il tutto condito da
una bella letterina per il direttore della propria agenzia… e non dimenticate di segnalare la vostra adesione.
Per informazioni e approfondimenti consultate il sito
www.sbankiamoli.it.
Simone

Comunicato stampa di Etinomia, Imprenditori Etici per i Beni Comuni

Nel corso degli ultimi mesi imprese e famiglie hanno dovuto prendere atto della stretta al credito operata dai grandi gruppi bancari, mentre appare evidente l’interesse per i giochi speculativi e i finanziamenti a grandi opere inutili e dannose, all’incremento degli arsenali militari, sia in Italia che nel resto mondo. In questo modo le Banche, con la capacità di condizionare anche la politica nazionale, si stanno rivelando sempre più come uno dei motori di un modello di sviluppo che relega l’uomo e l’ambiente in un angolo, per mettere al centro del sistema il denaro.
Per dichiarare la propria opposizione a questi meccanismi Etinomia, in collaborazione con associazioni e movimenti che si battono per la difesa dei beni comuni, lancia la campagna “sBANKiamoli”: la prima settimana di sciopero bancario italiano. E’ giunto il momento, per tutti i cittadini, di sapere qual è la destinazione ed il fine degli investimenti che vengono operati tramite i proprio risparmi; è ora che anche nella gestione del risparmio le persone possano agire con consapevolezza ed educazione.
Per tale motivo, con inizio l’11 aprile 2012 (in corrispondenza con la data di notifica ufficiale dell’occupazione dei terreni privati in Val Clarea, ove permane l’occupazione militare dell’inesistente cantiere del tunnel geognostico per il TAV) daremo inizio alla campagna contro le banche generaliste e irresponsabili, invitando i cittadini a chiudere il proprio conto corrente o spostare parte dei propri risparmi dalle banche irresponsabili verso circuiti più etici.
Le modalità di adesione sono già pubblicamente consultabili tramite il sito internet
www.sbankiamoli.it.
Riprendiamoci i nostri soldi!
Etinomia – Imprenditori Etici per la difesa dei beni comuni


Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.