Versi per le donne delle pulizie

Fantasmi nella polvere

di Fabrizio Melodia  

Vi vedo ogni mattina

mentre passate il vostro mocho vileda

lungo le scale

le strade

i pavimenti

degli uffici

dei ristoranti

delle stazioni ferroviarie

siete lì

ombre dal camice verdeacqua

evanescenti emulsioni

della pittura delle pareti scrostate

tutti vi attraversano

angeli senza corpo

mentre con un panno

passate le postazioni

dei lavoratori produttivi

per molti voi di certo non fate PIL

pure le bestemmie e le sgarberie

sono per voi un onesto pane quotidiano

siete angeli con qualche diavolo a comandare

che regge i vostri turni

e le maestranze decide come vuole fare

trascinate un fardello

fatto di scope, detersivi e SWIFFER

per la polvere più solerte

mentre la vostra lotta comune

è contro all’artrosi e all’ossatura sottile

molte di voi

scompaiono spesso

senza lasciare traccia alcuna

nessuno si preoccupa

di colmare questa lacuna

nessuno pensa da dove venite

quali erano i vostri sogni

se avete una famiglia o siete sole

come se aveste l’AIDS

ogni tanti siete disponibili

per un bonus produzione

quando i colletti bianchi

vi stuprano sulle scrivanie

che avete gentilmente pulito

a volte vi danno pure

un incentivo per il vostro silenzio

altre volte nemmeno quello

vi lasciano sprofondare

negli sgabuzzini del vostro dolore

alcune volte vi si vede

nelle case della gente

a mantenere una facciata

per quella strana gente

nelle case Mulino Bianco

chiuse nei casermoni

ogni tanto le gentili

vi fanno pure dei sermoni

ma chiudono un occhio

se il marito si diverte con voi

in questo modo

non si disperdono gli spermatozoi

e alla fine di questa novella

molte di voi

avranno un permesso di soggiorno

mentre terranno la mano

ai nostri anziani

nel loro ultimo giorno

le vostre voci allietano

le mie passeggiate nei giardini

quando vi guardo ridere e scherzare

sulle panchine e alle fontane

al tramonto scomparirete ancora

nelle vostre case

pulite come voi.

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.