Keywan Karimi va in galera per colpa (o merito) del suo cinema

12

Liberate Keywan Karimi!

ispirato a un racconto di Italo Calvino (qui)

———————

“…ora è la volta di Keywan Karimi, giovane documentarista curdo iraniano condannato a sei anni di carcere e 223 frustate per il film documentario Writing On City, realizzato quest’anno, di cui è stato diffuso soltanto il trailer. Un racconto storico-sociologico per immagini, realizzato osservando i graffiti per le strade di Teheran, attraverso il quale Karimi documenta l’Iran a cavallo tra la rivoluzione del ’79 e il movimento dell’Onda Verde, nato dalle manifestazioni del 2009 contro la rielezione di Ahmadinejad…”

due interviste con Keywan Karimi, qui e qui (grazie a Paola Settimini per la segnalazione)

qui una pagina dedicata a Keywan Karimi su wikipedia

Francesco Masala
una teoria che mi pare interessante, quella della confederazione delle anime. Mi racconti questa teoria, disse Pereira. Ebbene, disse il dottor Cardoso, credere di essere 'uno' che fa parte a sé, staccato dalla incommensurabile pluralità dei propri io, rappresenta un'illusione, peraltro ingenua, di un'unica anima di tradizione cristiana, il dottor Ribot e il dottor Janet vedono la personalità come una confederazione di varie anime, perché noi abbiamo varie anime dentro di noi, nevvero, una confederazione che si pone sotto il controllo di un io egemone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *