Scor-data: 24 maggio 1915

Il maggio “radioso” che preparò il massacro
di d. b. con una vignetta di Scalarini (*)

I nazionalisti (ma c’era pure il “socialista” Mussolini) scatenati per far entrare in guerra l’Italia, massacrando i poveracci e arricchendo i mercanti di cannoni. Davvero un «radioso maggio». Poi a cantare che «il Piave mormorò». Tutte menzogne: l’unica verità è in questa vignetta di Scalarini:
scalarini+la+guerra.jpg

(*) Ricordo – per chi si trovasse a passare da qui per la prima volta – il senso di questo appuntamento quotidiano. Dall’11 gennaio 2013, ogni giorno (salvo contrattempi sempre possibili) troverete in blog a mezzanotte e un minuto una «scordata» – qualche volta raddoppia, pochi minuti dopo – di solito con 24 ore circa di anticipo sull’anniversario. Per «scor-data» si intende il rimando a una persona o a un evento che per qualche ragione il pensiero dominante e l’ignoranza che l’accompagna dimenticano o rammentano “a rovescio”.
Molti i temi possibili. A esempio, nel mio babelico archivio, in questi ultimi tre giorni (con un certo kaos nel blog, come ha notato chi passa spesso di qui) c’erano queste ipotesi. Sul 22 maggio: Giornata mondiale della bio-diversità; 337: muore Costantino; 1639: muore Campanella; 1859: muore Conan Doyle; 1930: nasce Harvey Milk; 1949: si suicida James Forrestal; 1959: Ornette Coleman incide «Lonely Woman»; 1963: si aprono i lavori della prima conferenza africana; 1966: l’ora legale in Italia; 1967: 302 morti a Bruxelles nell’incendio di un grande magazzino e lo stesso giorno muore Langston Hughes; 1968: 99 morti e due testate atomiche nell’affondamento dello Skorpion; 1975: nuove leggi repressive in Italia; 1979: un rogo uccide a Roma il somalo Hamed; 2001: convenzione di Stoccolma per ridurre le emissioni chimiche, 2010: muore Martin Gardner, matematico e “giocologo”. Sul 23 maggio: 1498: impiccato e bruciato Savonarola; 1555: Carafa (cioè Paolo IV) è papa; 1559: nasce il «ghetto» di Roma; 1618: con la defenestrazione di Praga di fatto inizia la «guerra dei 30 anni»; 1848: emancipazione della Martinica; 1908: nasce Bardeen, uno dei padri del transistor; 1916: 14 soldati italiani fucilati per «sbandamento»; 1925: nasce Angelo Del Boca; 1934: la polizia fa fuori Bonnie and Clyde; 1934: il chimico Carothers inventa il nylon; 1937: muore Rockfelleer; 1940: muore Paul Nizan; 1944: la beffa del partigiano Corbari; 1960: Israele annuncia l’arresto di Eichmann; 1981: Ròldos annuncia la nazionalizzazione del petrolio in Ecuador; poco dopo il suo aereo esplode in volo; 1992: strage in via D’Amelio e lo stesso giorno muore Atahualpa Yapanqui. Sul 24 maggio: si festeggia santa Sara, «la nera» dei rom; 1431; Giovanna d’Arco al rogo; 1542: con la bolla «Initio nostri» Paolo III indice il Concilio di Trento; 1543: muore Copernico; 1544: nasce Gilbert che scopre il campo magnetico della Terra; 1887: primo santo «di colore»; 1906: a Ittiri si assaltano i caseifici; 1930: a Dusseldorf arrestato Kurten, sospettato di 8 omicidi “sessuali”; 1944: fucilati a Parma dai fascisti gli ammiragli Campioni e Mascherpa; 1961: nasce Ilaria Alpi; 1962: a Sarroch nasce la Saras di Moratti; 1964: a Lima 320 morti nello stadio; 1968: Daniel Cohn-Bendit allontanato dalla Francia; 1971: Filicudi si ribella allo sbarco dei mafiosi; 1993: indipendenza dell’Eritrea; 2005: Gianluca Congiusta ucciso a Siderno; 2007: Roberto Spaccino uccide la moglie ma i media indicano la pista «slava». E chissà a ben cercare quante altre «scordate» salterebbero fuori ogni giorno.
Molte le firme (non abbastanza per questo impegno quotidiano) e assai diversi gli stili e le scelte; a volte troverete post brevi, magari solo una citazione, una foto o un disegno. Se l’idea vi piace fate circolare le «scordate» o linkatele ma ovviamente citate la fonte. Se vi va di collaborare – ribadisco: ne abbiamo bisogno – mettetevi in contatto (pkdick@fastmail.it) con me e con il piccolo gruppo intorno a quest’idea, di un lavoro contro la memoria “a gruviera”. (db)

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.