Sing Street – John Carney

56

(visto da Francesco Masala)

questo film è un anello mancante fra School of rock e The commitments e il regista è lo stesso di Once.

è un film leggero, e però solido, una storia di ragazzini che crescono, e la musica ha un ruolo fondamentale.

i protagonisti sono davvero bravissimi, merito anche di una sceneggiatura che non annoia mai.

un film che coinvolge ed entusiasma, peccato per i ragazzini di oggi che vanno poco al cinema.

è solo in 39 sale, ma diventerà un film di culto nei prossimi anni, sicuro.

cosa aspetti a vederlo adesso?

http://markx7.blogspot.it/2016/11/sing-street-john-carney.html

Francesco Masala
una teoria che mi pare interessante, quella della confederazione delle anime. Mi racconti questa teoria, disse Pereira. Ebbene, disse il dottor Cardoso, credere di essere 'uno' che fa parte a sé, staccato dalla incommensurabile pluralità dei propri io, rappresenta un'illusione, peraltro ingenua, di un'unica anima di tradizione cristiana, il dottor Ribot e il dottor Janet vedono la personalità come una confederazione di varie anime, perché noi abbiamo varie anime dentro di noi, nevvero, una confederazione che si pone sotto il controllo di un io egemone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *