Catastrofe climatica: un dibattito scomposto

L’incredibile escalation degenerativa del dibattito sul clima è arrivata negli scorsi giorni al parossismo con la dichiarazione del 27 luglio del segretario delle Nazioni Unite Antonio Guterres secondo il quale siamo arrivati alla <ebollizione totale>, espressione tanto catastrofica quanto vaga, alla quale due giorni dopo ha forse cercato di fare da contrappeso quella di Jim Skea, recente nuovo presidente dell’IPCC,

Continua a leggere

Sistema-mondo: emigrazione-immigrazione e lavoro / 2

Una dimensione storica fondamentale con rilevanti effetti nelle periferie e nei Paesi del centro. Il caso italiano. Il testo è la seconda (e ultima) parte della “rielaborazione” della relazione introduttiva di Giorgio Riolo all’incontro svoltosi a Casale Monferrato il 30 settembre 2021 (primo appuntamento di un ciclo di incontri dal titolo “Cantiere migrazione: un altro punto di vista”, organizzato dal

Continua a leggere

Effetti collaterali climatici/4

Come la spesa militare accelera la crisi climatica. di Mark Akkerman, Deborah Burton, Nick Buxton, Ho-Chih Lin, Muhammed Al-Kashef, Wendela de Vries Continua da qui. CASE STUDY Egitto e COP27: tingendo di verde uno Stato militare L’Egitto è un caso di studio rivelatore e simbolico di come gli interessi militari siano dominanti nell’azione sul clima. È certamente significativo che nel

Continua a leggere

Cosa è di destra o di sinistra nell’era della transizione ?

Una “polemica disordinata” di Giorgio Ferrari. Pochi giorni fa, con due atti delegati, la Commissione europea ha deciso di estendere la produzione di idrogeno ad altre fonti di energia – oltre le rinnovabili – che non implichino l’uso di combustibili fossili: in pratica al nucleare. Ora toccherà al Parlamento europeo ratificare o meno questa decisione, ma non c’è dubbio che

Continua a leggere

Addio alla combustione dei fossili ed ai motori endotermici?

L’articolo è stato scritto ad Aprile, quindi prima della tremenda alluvione dell’Emilia Romagna. Eppure, i provvedimenti da adottare e le politiche energetiche da mutare radicalmente – di cui si parla estesamente nell’allegato – sono a portata di mano ed erano ben presenti da più anni, ma sono stati ostinatamente disdegnati dai governanti e dai grandi interessi economici, che non sembrano,

Continua a leggere
1 2 3 7