USA: limbo giuridico per gli adolescenti indocumentados

Grazie alla “legge santuario” il migrante honduregno Alex García che ha vissuto per tre anni e mezzo in una chiesa del Missouri è riuscito a tornare a casa e a sfuggire alla deportazione ma, nonostante l’annunciata riforma migratoria promessa dal nuovo presidente Usa Biden in campagna elettorale, la situazione di gran parte dei minori provenienti dal Centroamerica, di fatto prigionieri

Continua a leggere

Estrattivismo pandemico/3

di Alexik (*) “La violenza per l’estrattivismo non è una conseguenza ma una condizione necessaria” (A. Acosta). Nel capitolo precedente abbiamo potuto approfondire come il lockdown generalizzato imposto in tempi di pandemia, riducendo il controllo popolare dei territori, le relazioni fra i vicini e la visibilità delle aggressioni, abbia esposto in molte parti del mondo i militanti sociali e ambientali

Continua a leggere

Honduras: la stampa nel mirino di Juan Orlando Hernández

Sicari e picchiatori inviati dal regime vogliono mettere a tacere l’informazione indipendente del paese centroamericano, come dimostrano le decine di querele contro programmi tv, quotidiani e comunicatori sociali che denunciano la corruzione e la censura di stato. Il programma tv El Perro Amarillo e il giornale El Libertador hanno subito anche minacce e attentati. di David Lifodi

Continua a leggere

Honduras-1991: assassinio di Marco Tulio López Hernández

Il 22 luglio 1991, veniva ucciso in Honduras Marco Tulio López Hernández per mano di un sicario. Oggi la situazione è non è migliorata: la pubblicazione della Red contra la Violencia Antisindical, “El costo de defender el derecho a la libertad sindical 2019”, presentata il 15 giugno scorso, segnala che l’Honduras continua ad essere tra i primi Paesi al mondo dove si

Continua a leggere
1 2 3 10