Colombia: sulla strada di Gustavo Petro si intromette Hernández

A sfidare Gustavo Petro, nel ballottaggio del 19 giugno, non sarà l’uribista Federico Gutiérrez, ma Rodolfo Hernández, che ha guadagnato voti grazie alla sua retorica populista e qualunquista e non sarà meno pericoloso dell’ex sindaco di Medellín. Su di lui si riverseranno i voti delle destre e dell’oligarchia che si aggrappa a questo ingegnere civile di 77 anni per mantenere

Continua a leggere

Honduras: l’insediamento a ostacoli di Xiomara Castro

Dopo la netta vittoria delle presidenziali, nel novembre scorso, una ventina di cospiratori di Libre – Libertad y Refundación – il partito di maggioranza, hanno cercato di boicottare il risultato delle urne allo scopo di creare due autorità parlamentari e destabilizzare la presidenta schierandosi con la destra e tradendo il voto dei loro elettori secondo un copione già visto in

Continua a leggere

Il Chiapas sull’orlo di una guerra civile

Oggi l’EZLN parla di un nuovo assottigliamento del tenue limite tra una guerra “a bassa intensità” (in corso da decenni e mai cessata) e una “guerra civile” – proprio mentre l’inimmaginabile avventura del viaggio in Europa, con l’arrivo in Austria della nutrita delegazione aerea, assume una nuova portata – non lo fa certamente a cuor leggero. Le parole del comunicato

Continua a leggere
1 2 3 8