25 aprile 2013: accade a Monopoli

di El. Ci.

Ragazze e ragazzi della «Rete della conoscenza» di Monopoli appiccicano un foglio con lo scotch sopra la nuova targa che rinomina la piazzetta antistante la stazione ferroviaria.

Sul foglio hanno scritto i nomi di due giovani partigiani, Giordano Cavestro e Giacomo Ulivi, entrambi fucilati nel 1944 per ordine dei gerarchi del regime fascista.

Sulla targa è invece scolpito il nome di uno di quei gerarchi, Araldo di Crollalanza, podestà di Bari durante il fascismo.

E’ un atto di protesta pacifico e democratico, sottoscritto oltre che dalla Rete anche dall’Arci di Monopoli, che per questo riceverà nei giorni successivi una denuncia ai carabinieri da parte di un ex missino, che definisce l’atto «odio politico».

La stessa amministrazione comunale che decide di intitolare la piazza a un esponente del regime fascista nel giorno del 25 aprile ripete il rituale di incoronazione della lapide che ricorda i partigiani caduti per la liberazione dal nazi-fascismo.

Con questo video semi-serio Momi-z (un piccolo collettivo che nasce tra Monopoli e Milano e vive sul territorio) esprime solidarietà alla Rete della conoscenza e all’Arci di Monopoli.

Link http://youtu.be/SPQqcsowbGo

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.