Il nemico interno/7

di Alexik (*) Ci eravamo lasciati, al termine del capitolo precedente, commentando i dati elaborati da Alessandro Senaldi sulla velocità dei processi contro il movimento No TAV. Una velocità sorprendente, più che doppia a confronto della media dei processi chiusi in primo grado nel Belpaese. Davanti a tanta celerità eravamo quasi sull’orlo di encomiare il Tribunale di Torino per il

Continua a leggere

Normalizzare i devianti, disciplinare il lavoro: una comunità/fabbrica – 2

di Alexik (*) [Continua dal capitolo precedente.] San Patrignano non avrebbe potuto funzionare se alla violenza fisica non si fosse accompagnato un forte condizionamento mentale. La riabilitazione infatti non consisteva nel rafforzare la tua personalità per farti rialzare. La ‘riabilitazione’ consisteva nel distruggerla. Nel farti uscire dal ‘tunnel della droga’ per farti entrare nel tunnel della comunità, sostituendo una dipendenza

Continua a leggere

Normalizzare i devianti, disciplinare il lavoro. Storia di una comunità/fabbrica

di Alexik A volte ritornano, come fantasmi maligni, come ricordi amari. Gli anni ’80 periodicamente riemergono dal limbo in cui avresti voluto relegarli, con tutto il loro portato reazionario. Rappresentano il giro di boa, il decennio in cui il capitale si è ripreso il suo spazio per costruire un nuovo ordine, sulle ceneri dell’ultimo tentativo di rivoluzione dell’Italia del ‘900.

Continua a leggere

Il nemico interno/6

di Alexik Sin dall’inizio della lotta, e con particolare intensità negli ultimi dieci anni, l’opposizione popolare al TAV Torino/Lione si è dovuta confrontare con un livello altissimo di violenza istituzionale, di cui la  criminalizzazione penale è un aspetto rilevante. La creazione di una corsia preferenziale per i procedimenti contro il movimento, con il coinvolgimento di  centinaia di imputati, l’esercizio dell’azione

Continua a leggere

Emilio

di Livio Pepino (*) Conoscevo alcuni passaggi della vita di Emilio, soprattutto degli ultimi anni, ma leggerne la storia nella sua interezza, seppur descritta per flash, è stato tutt’altro: una sorpresa, un pugno nello stomaco, una boccata di aria fresca, un’occasione per riflettere. Sembra un romanzo, complicato e avvincente. Un lungo viaggio in cui – insieme a personaggi di grande intensità emotiva, come

Continua a leggere

L’uso della pandemia per reprimere la mobilità dei migranti. La denuncia in un report sui Cpr

di Salvatore Porcaro (*) Il 20 novembre 2020, sul sito dell’Università di Oxford, è stato pubblicato il report “No one is looking at us anymore”: Migrant Detention and Covid-19 in Italy, curato da Francesca Esposito, Emilio Caja e Giacomo Mattiello. Il documento ricostruisce, attraverso la raccolta di testimonianze, lo studio di documenti ufficiali e inchieste giornalistiche, ciò che è accaduto all’interno dei Cpr,

Continua a leggere

Turchia: avvocati protestano contro l’arresto di Seda Seraldi

Noi, le sottoscritte associazioni di avvocati internazionali, da molti anni condanniamo gli attacchi sistematici del governo turco contro gli avvocati e gli ordini degli avvocati, colpiti per aver rappresentato persone presumibilmente contrarie alle politiche del governo. Dieci avvocati dell’Ufficio Legale Popolare e altri membri della Associazione degli Avvocati Progressisti sono in prigione da più di tre anni. Diciotto avvocati della

Continua a leggere
1 2 3 42