Armi nucleari e Centroamerica

Il Guatemala è diventato il 62° Paese ad aderire allo storico accordo per vietare le armi nucleari.

di redazione Pressenza (*)

A una settimana dalla prima riunione degli Stati che sono parte del Trattato di Proibizione delle armi nucleari (TPAN), il Guatemala è diventato il 62° Paese ad aderire. Il ministro degli Esteri del Guatemala, Mario Búcaro, ha depositato lo strumento di ratifica presso la Segreteria Generale delle Nazioni Unite durante un evento tenutosi a New York il 13 giugno. Ad accompagnarlo c’erano gli ambasciatori di altri Paesi dell’America Centrale, che hanno tutti già ratificato il TPAN.

Con la ratifica del Guatemala, l’America Centrale diventa la prima regione ad aderire interamente al Trattato. I sette Paesi dell’America Centrale – Belize, Costa Rica, El Salvador, Guatemala, Honduras, Nicaragua e Panama – sono diventati sostenitori del trattato con forza e coerenza. Durante una riunione del gruppo di lavoro delle Nazioni Unite a Ginevra nel 2016, il Guatemala ha proposto un importante emendamento al rapporto finale del gruppo che rafforzava la raccomandazione di procedere con i negoziati su “uno strumento legalmente vincolante per proibire le armi nucleari” nel 2017.

Il Guatemala ha salutato l’adozione del TPAN come “un passo importante verso un mondo libero da armi nucleari”, aggiungendo che “la sicurezza collettiva può essere raggiunta solo attraverso la proibizione e la totale eliminazione delle armi nucleari”. Quando il trattato è stato aperto alla firma il 20 settembre 2017, il Guatemala è stato tra i primi stati a firmarlo. L’anno scorso ha dichiarato che l’entrata in vigore globale del TPAN rappresenta “un passo deciso che obbliga legalmente all’eliminazione delle armi nucleari”. Il Congresso guatemalteco ha approvato la ratifica del trattato il 2 marzo 2022.

María Eugenia Villareal, accademica e attivista del Guatemala che rappresenta la Rete latinoamericana per la sicurezza umana (SEHLAC) nel gruppo direttivo internazionale dell’ICAN, si è congratulata con il Guatemala e con tutti gli altri Stati dell’America centrale per questo storico traguardo. “Sono felicissima che l’America Centrale sia diventata la prima intera regione ad aderire al TPAN”, ha dichiarato. “Gli Stati di questa regione stanno aprendo la strada verso un mondo libero da armi nucleari. Bravi! Le armi nucleari sono una minaccia globale. Devono essere totalmente abolite”.

(*) Link all’articolo originale: https://www.pressenza.com/it/2022/06/tutte-gli-stati-centroamericani-hanno-ratificato-il-trattato-di-proibizione-delle-armi-nucleari/

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.