Ci vediamo il 12, 13 e 14?

Festa di RadiAzione ai margini del Parco Naturale del Brenta in provincia di Padova dal 12 al 14 luglio.  

12 -13 -14 luglio 2013 (evento facebook)

Venerdì 12 luglio

h. 16 – apertura

h. 16.30 –università, informazione non dominante con la partecipazione di: radio eustachio (vr) ca’tron (ve) scienze politiche (mi) federico II (na) baracca (pd) marionetta (pd) studiare con lentezza (vr) pagina 13 (vr)

h. 19- presentazione di ANTIFA con Cristiano Armati e de I soldati del popol, con l’autrice Claudia Piermarini

h. 20.15 – buffet benefit con Associazione parenti e amici degli arrestati il 12/2/2007

h. 21 – Verona Caput Fasci – perrformance punk di Elena Vanni e Elio Germano, Con Elena Vanni e Gianni Stoppelli

h. 22.30 – dj set

Sabato 13 luglio

h. 10.30 – la lotta paga, L’autorganizzazione al tempo della crisi con la partecipazione di delegati di fabbrica, lavoratori delle cooperative di Piacenza

h. 12.30 – grigliata DA PAURA!

h. 17 – territori e guerra, la lotta contro l’imperialismo nei territori con la partecipazione di: NoTav Valsusa (in collegamento telefonico) NoTav Trento, Comitato NoTav Mamme di Marco (TN), un rappresentante dei Comitati siciliani No MUOS, Paolo Consolaro della Rete Nazionale Disarmiamoli, attivo nella lotta contro le basi a Vicenza

h. 19.30 – cantata No MUOS della cantastorie siciliana Matilde Politi: proiezione del documentario No MUOS, con la presenza del regista Enzo Rizzo

h. 21 – concerti a cura di OverAll BRIGADES

Domenica 14 luglio

h. 12 – grande pranzo dei sostenitori di RadiAzione.

info h. 14.30 – Arance, Alcool, algebra: giochi e storie sull’identità – di/con Daniele Barbieri

Sempre più frequentemente vediamo lavoratori, disoccupati, precari e studenti scendere nelle piazze per lottare contro i tagli, le riforme e lo sfruttamento che padroni e governi ci vogliono far mangiare per farci pagare la loro crisi. In questo contesto di crisi, guerra e continui attacchi alle nostre condizioni di vita RadiAzione cerca di dare voce a chi lotta, di offrire spunti per riflettere e di valorizzare la memoria di classe e le esperienze di resistenza che in tanti hanno portato avanti prima di noi. Questo è l’obiettivo con cui, circa un anno fa, alcuni compagni, fuoriusciti o espulsi da altre radio o aderenti a vari collettivi del padovano, hanno dato vita a RadiAzione.

Nel suo primo anno di attività la radio ha rilanciato la voce di tutte quelle realtà in lotta che vengono sistematicamente messe a tacere, ignorate e/o demonizzate perché in conflitto con interessi di banche, partiti e padroni, perché autorganizzate al di fuori di partiti e sindacati.

Come radio web abbiamo cercato di promuovere il più possibile la diffusione di mezzi autonomi di comunicazione. Utilizziamo macchine e programmi accessibili a tutti sia per quanto riguarda le conoscenze tecniche sia per l’aspetto economico, perché alla base del nostro agire c’è il rifiuto di delegare la gestione dell’informazione ai media ufficiali, che giocano per i padroni un ruolo importante per il mantenimento del controllo sociale. RadiAzione nasce per la volontà di mettere in campo una controparte a chi racconta che il controllo è sicurezza, che lo sfruttamento è flessibilità, che la guerra è pace, che la vendita di merci è progresso e che la repressione è giustizia.

Il 12, 13 e 14 luglio vorremmo trovarci con le diverse realtà che abbiamo contattato telefonicamente e/o di persona in questo anno. Un incontro in cui si possano aprire spazi di discussione e ci si possa confrontare sulle modalità e sui risultati delle lotte che le diverse realtà hanno messo in campo, e sui percorsi/progetti futuri. Il tema vuole essere l’autorganizzazione dal basso e le sue manifestazioni concrete nei territori parlandone con chi partecipa alle lotte e si mobilita.

I gruppi che stiamo invitando si occupano, ovviamente, dei temi che trattiamo anche all’interno della radio con l’intento di sviluppare diversi momenti di dibattito: dalla lotta nei territori che unisce comitati popolari e collettivi studenteschi contro i progetti di guerra e le grandi opere, alla lotta dei lavoratori autorganizzati, alle iniziative dei collettivi che si mobilitano contro la repressione e di quelli che difendono spazi autogestiti.

La festa si terrà ai margini del Parco Naturale del Brenta in provincia di Padova. Vi sarà la possibilità di essere ospitati o di usufruire di un’area campeggio. Alle realtà che parteciperanno verrà messo a disposizione un gazebo in modo da poter presentare i propri materiali. I momenti di dibattito saranno divisi nell’arco dei tre giorni, alternati con concerti, presentazioni di libri ed altre iniziative.

Invitiamo tutte le realtà interessate e gli ascoltatori a partecipare per confrontarsi, scambiare esperienze e metodi di lotta, condividere insieme istanze e progetti presenti e futuri.

Per questo vi invitiamo a contattarci alla mail contaminati@radiazione.info per partecipare alla 3 giorni e per qualsiasi informazione.

redazione
Un piede nel mondo cosiddetto reale (dove ha fatto il giornalista, vive a Imola con Tiziana, ha un figlio di nome Jan) e un altro piede in quella che di solito si chiama fantascienza (ne ha scritto con Riccardo Mancini e Raffaele Mantegazza). Con il terzo e il quarto piede salta dal reale al fantastico: laboratori, giochi, letture sceniche. Potete trovarlo su pkdick@fastmail.it oppure a casa, allo 0542 29945; non usa il cellulare perché il suo guru, il suo psicologo, il suo estetista (e l’ornitorinco che sonnecchia in lui) hanno deciso che poteva nuocergli. Ha un simpatico omonimo che vive a Bologna. Spesso i due vengono confusi, è divertente per entrambi. Per entrambi funziona l’anagramma “ride bene a librai” (ma anche “erba, nidi e alberi” non è malaccio).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.