Gli «imperdi-libri» (*) del 2016 – sesta puntata

la scelta di David Lifodi: «A passo di una tartaruga», «Storie di sport ribelle», «La porta d’ingresso dell’Islam», «Morire senza salute» e «La maledizione dell’Achille Lauro»

 

«A passo di una tartaruga. Storie di una latinoamericana per scelta»

di Loretta Emiri

Arcoiris edizioni, 2016

Libro coraggioso e intenso, si legge tutto d’un fiato. E’ la storia di Loretta Emiri, nata in Umbria ma naturalizzata brasiliana. Dopo aver trascorso buona parte della sua vita tra gli indios yanomami, l’autrice scrive brevi storie tratte dalla sua esperienza … LA RECENSIONE E’ QUI: A passo di tartaruga. Storie di una latinoamericana per scelta

 

«La maledizione dell’Achille Lauro»

di Reem al-Nimer

Zambon, 2016

Un’esistenza senza tregua, inseguita da nemici nascosti ovunque. La notevole capacità di narrazione di Reem permette di addentrarsi non solo nei meandri della resistenza palestinese, ma anche in una società caratterizzata da valori prevalentemente maschili… LA RECENSIONE E’ QUI: La maledizione dell’Achille Lauro

«Morire senza salute»

di Gabriele Pagliariccio

Dissensi, 2016

Storie vere: il diritto alla salute progressivamente eroso dalle multinazionali ma anche la vicenda della riforma sanitaria promossa in Ecuador, una breccia nella lotta impari contro le multinazionali farmaceutiche… LA RECENSIONE E’ QUI: Morire senza salute

 

«La porta d’ingresso dell’Islam»

di Jean Toschi Marazzani Visconti

Zambon editore

Esplicito fin dal sottotitolo: «Bosnia Erzegovina: un paese ingovernabile». Da qui partito un altissimo numero di combattenti arruolati sotto le bandiere dell’Isis. Dati, interviste ai principali protagonisti nei territori della ex Jugoslavia. Un lavoro sul campo … LA RECENSIONE E’ QUI: La porta d’ingresso dell’Islam

 

«Storie di sport ribelle

di Pasquale Coccia

Manifestolibri

Raccoglie gli articoli scritti da Pasquale Coccia per «Alias», il settimanale che esce con il quotidiano il manifesto. Una narrazione altra delle discipline sportive e dei suoi protagonisti. Storie sommerse di sport, di inclusione sociale e difesa dei diritti. … LA RECENSIONE E’ QUI: Storie di sport ribelle

(*) Se volete sapere anche voi – come Oso Curi – perché ci vengono certe idee … andate a vedere la prima puntata (con la scelta di Valentina Bazzarin): lì sotto è spiegato. Qualcuna/o vuol giocare? Va bene: scriveteci entro dicembre e vi postiamo. Astenersi: autori/autrici sotto pseudonimo; uffici stampa case editrici; troll. IL LOGO DI QUESTA PICCOLA SERIE E’ di ENERGU.

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.